Mese: Giugno 2018

Jacinda Arden e Benazir Bhutto, madri e leader nel lavoro

Il 21 giugno 2018 Jacinda Arden ha dato alla luce una bambina, lo ha annunciato sui social con questo messaggio “Welcome to our village wee one”. Il nascituro era atteso da un’intera nazione: Jacinda Arden è il Primo Ministro in carica della Nuova Zelanda. Nella storia recente, lei è la seconda donna a portare avanti una gravidanza mentre ricopre una massima carica elettiva. Prima della Arden, solo Benazir Bhutto, leader pakistana nei primi anni novanta.

 

Il Primo Ministro neozelandese, pur continuando a mantenere stretti contatti con il gabinetto di stato, ha usufruito di sei settimane di maternità, durante le quali il vice Primo Ministro Winston Peters l’ha sostituita nelle sue mansioni ufficiali.

Le due donne però hanno potuto gestire la gravidanza in modo molto diverso: il Primo Ministro pakistano dovette tenere segreta la gravidanza e la nascita del figlio, avvenuta nel 1990. La stessa Benazir Bhutto raccontò di aver affrontato un veloce e segreto parto cesareo per poi tornare a lavorare il giorno dopo. “Appresi solo successivamente di essere stata l’unico capo di governo, a memoria della storia recente, ad aver partorito durante il mandato” disse “È stato un momento decisivo, soprattutto per le giovani donne, la prova che una donna può lavorare e avere un bambino anche ai livelli di comando più alti ed impegnativi”.

Purtroppo, non molte altre donne hanno potuto sperimentare questa possibilità, ma è positivo che Jacinda Arden, la prima dopo la Bhutto a partorire durante il mandato da Primo Ministro, lo abbia potuto fare alla luce del sole, benché con alcune critiche, e usufruendo del diritto di una (seppur breve) pausa per maternità.

La speranza è che questo lieto evento sia esempio di positivi cambiamenti.

Affinché le donne vengano accettate, a qualunque livello, nel mondo del lavoro, solo per le loro capacità, indipendentemente dall’essere o meno una madre (o dal voler essere una madre in futuro).

Affinché vengano sviluppati e potenziati i sistemi di inclusione delle donne nel mondo del lavoro, a sostegno delle famiglie, di parità di genere non solo nel lavoro, ma anche nella cura e gestione della famiglia e della casa.

E.B.

Read more
Condividi l'Ispirazione Rosa

“Cattive Ragazze” di Assia Petricelli e Sergio Riccardi

Il volume è stato premiato nel 2014 con il Premio Andersen come miglior libro a fumetti.

Attraverso bellissime tavole a colori, gli autori accompagnano il lettore in un viaggio lungo 15 storie di donne straordinarie. Donne che nei secoli si sono distinte per le loro battaglie, i loro successi nelle scienze, nelle arti e nello sport. Donne che hanno affrontato numerose difficoltà perché il loro tempo non riconosceva la parità di genere o la libertà di esprimersi.

“C’è un patrimonio di esperienze, di cultura, di racconti a cui attingere. Un po’ di questo patrimonio è narrato in questo libro” spiega Cecilia D’Elia nell’introduzione “Le storie di questo libro sono storie di libertà, alcune famosissime, altre meno note. Probabilmente nessuna di queste donne si pensava eccezionale, ma tutte erano determinate.”

Tra loro troviamo Olympe de Gouge, vissuta ai tempi della rivoluzione francese, per le sue idee progressiste è oggi considerata una delle prime femministe della storia. Immancabile è la scienziata Marie Curie, l’unica donna ad aver vinto due volte il premio Nobel, in due differenti categorie. Nellie Bly fu la prima giornalista sotto copertura. Tra le italiane troviamo la coraggiosa storia di Franca Viola la prima a rifiutare una pratica in uso nel nostro paese: il “matrimonio riparatore”. Con il supporto della famiglia, Franca ebbe il coraggio di denunciare l’uomo che l’aveva rapita e violentata. Dopo di lei molte altre donne trovarono il coraggio di denunciare i propri stupratori. Fu così che nel (non lontano) 1981 vennero finalmente abrogati gli articoli del codice penale italiano che prevedevano il matrimonio riparatore e il delitto d’onore.

Queste e altre storie, interessanti ed istruttive, sono narrate in “Cattive Ragazze”, grazie all’immediatezza delle immagini la lettura è fruibile da tutti, anche dai più giovani, per trarre coraggio e ispirazione da coloro che prima di noi sono riuscite, con fatica, ad abbattere barriere e aprire nuove strade.

 

Cattive Ragazze – 15 storie di donne audaci e creative, di Assia Petricelli e Sergio Riccardi, 2017 (I ed. 2013), Sinnos, € 13,00.

 

E.B.

Read more
Condividi l'Ispirazione Rosa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Scorrendo la pagina e continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "OK" permetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni leggere la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi